Woodhouse Sour

woodhouse_sour_fabio_camboni_bartender (3)

Il Woodhouse Sour, è un twist sul classico New York Sour. Di questo prende la base caratteristica, arricchita dalle botaniche del  gin infuso con fiori di elicriso, ma non solo. Il sentore di una nota mandorlata e nocciole tostate raffina il palato durante la bevuta di questo drink che possiamo definire interattivo.

Originale nel sapore e nella presentazione, il Woodhouse Sour infatti racconta una storia. Quella di John Woodhouse, il ricco mercante inglese che nel XVIII secolo approdò al porto di Marsala per cercare riparo da una tempesta imprevista. Per una circostanza fortuita assaggiò un delizioso vino siciliano e con pragmatica imprenditorialità seppe trasformare il Marsala da vino locale a prelibatezza esportata in tutto il mondo.

Lo stesso spirito d’iniziativa si ripropone in questo drink variabile a seconda dei gusti. Viene infatti servito con del vino aromatizzato con cacao puro e marsala, imbevuto in una spugna che richiama l’ispirazione del cocktail. Grazie ad uno strumento apposito con il quale viene servito il drink, il cliente potrà selezionare da sé la quantità di vino da aggiungere alla ricetta, spremendo la spugna e modulando il gusto nel bicchiere a seconda delle sue preferenze.

Al coraggioso mercante inglese è ispirata questa mia signature: un Woodhouse Sour per brindare agli imprevisti, alle opportunità che celano e a chi ha il coraggio di saperle coglierle.

 

Woodhouse Sour
  • Elichrysum infused Star of Bombay gin
  • Fresh lemon juice
  • Nut Syrup
  • Egg white
  • Marsala cocoa wine

Come prepararlo? Guarda il tutorial qui!

Il Woodhouse Sour è su Mixer Planet, tra i cocktails più belli al mondo! Sfoglia la gallery del mese di Dicembre 2017!

Il Woodhouse sour un cocktail di fabio camboni

Il Woodhouse sour un cocktail di fabio camboni bartender

Star_Of_bombay_fabio_camboni

Translate »